Astrogenic NexStorm

NexStorm interfaccia
NexStorm interfaccia NexStorm Density Plot mode NexStorm StormVue
Per suggerimenti e richieste:

Cellulare:  380 7811459
E-mail:      info@meteopoint.com

NexStorm è il software di Astrogenics studiato per visualizzare in modo intuitivo e di facile analisi i dati registrati dai rilevatori di fulmini della Boltek.

In breve ecco le caratteristiche principali di NexStorm:

  • TRAC (Thunderstorm Ranging and ACquisition): Un algoritmo intelligente (basato sulla fuzzy logic) in grado di individuare le celle di tempesta, a partire dalla segnalazione dei singoli fulmini. Per ogni tempesta individuata è possibile, cliccando su di essa, avere informazioni specifiche (quali intensità, distanza e un riassunto per mezzo di grafico del numero di eventi al minuto negli ultimi 10 minuti). Di queste informazioni può anche venir prodotto un report, automaticamente esportabile sul web ad intervalli regolari.
  • Ampia simbologia: NexStorm è in grado di distinguere tra fulmini IC (che si scaricano tra le nuvole) e CG (che si scaricano al suolo) e relativa polarità. E' possibile scegliere tra 27 simboli diversi per ogni tipologia di fulmine. Inoltre il sistema è in grado di rappresentare diversamente gli eventi recenti da quelli passati ( i fulmini da 5 a 30 ore possono essere rappresentati da 7 progressive variazioni di colore).
  • Lightning Density Plot mode: Invece di rappresentare i singoli eventi, se ne illustra sulla mappa, tramite una scala a colori, la densità di frequenza. Ogni area interessata, nel periodo in esame da un fulmine, viene colorata diversamente a seconda del numero di fulmini al minuto che hanno interessato la zona.
  • Strike rate trend graph: Grafico a lato che illustra la variazione di densità dell'attività temporalesca in un periodo tra i 5 e le 24 ore (scelto dall'utente). Il grafico può essere a linee o a colonne e, se l'utente lo desidera, può venir rappresentata una linea/colonna diversa per ogni tipologia di fulmine riconosciuta.
  • Zoom: NexStorm può visualizzare eventi fino a 12mila kilometri di distanza dal sensore. Naturalmente più ci si allontana , minore è la precisione dell'evento misurata. Tramite i suoi speciali algoritmi di riduzione ed eliminazione del rumore, garantisce una buona accuratezza fino ad almeno 500km di distanza (dopo l’efficienza dipende pesantemente dalla disposizione e dall’antenna montata sul rilevatore).
    NexStorm è dotato di uno zoom compreso tra i 1200km (massimo) e i 25km (minimo). Dispone di due zoom automatici. Nella prima modalità, viene zoomata l'attività temporalesca più vicina al centro della mappa. Nel secondo tipo invece, la mappa viene zoomata abbastanza per coprire tutta l'area soggetta ad attività temporalesca. E' possibile per ogni livello di zoom impostare un' immagine di background diversa. In alternativa è possibile ordinare una mappa vettoriale della zona di proprio interesse, in grado di adattarsi automaticamente al cambio di zoom.
  • Replay: Nexstorm da la possibilità di poter in qualunque momento rivedere l'evoluzione dei fenomeni temporaleschi verificatesi nel passato. Con la modalità continua, l'utente può analizzare l'evolversi della situazione nel 30-60 minuti precedenti senza bisogno di caricamenti; con la modalità archivio, l’utente carica in memoria e osserva i dati estratti da un archivio precedentemente salvato.
  • Allarme: il programma può produrre segnali audio di allarme, nel caso venga rilevato un'attività temporalesca di una certa intensità ad un raggio di distanza ritenuto di interesse.
  • Real-time FlashGate data feeds: I dati rilevati dal rilevatore fulmini Boltek, appositamente organizzati e ottimizzati da NexStorm per le sue applicazioni, vengono immesso in real-time in una Windows shared memory, in modo che altri programmi possano usufruirne.
  • Image Capture: Il programma può essere programmato per salvare automaticamente in formato jpeg o bmp la schermata attuale di NexStorm, anche se il programma in quel momento è eseguito in background.
  • Esportazione Archivio dati. Può essere totalmente automatizzata, in vari formati a seconda della compressione richiesta. Per l'esportazione dei dati online viene utilizzato il trasferimento via FTP.
  • Utilizzo efficiente delle risorse del computer: NexStorm (disponibile unicamente per la piattaforma Windows) è stato progettato per minimizzare l'uso di memoria e CPU necessario, ed  è estremamente stabile
  • StormVue: Java Applet che permette di visualizzare online con interfaccia intuitiva ed efficiente i dati creati ed esportati online dal proprio NexStorm. Grazie a facili modifiche di alcuni parametri nel file html, l'interfaccia può essere facilmente personalizzata per venire incontro alle proprie esigenze.
  • Spark CLX: Programmino compatibile con tutti i cellulari che supportano Java MIDP 2.0/CLDC 1.1  e che possiedono uno schermo di risoluzione minima 128x128. Permette di visualizzare i dati esportati online da Nexstorm (in apposito formato) direttamente dal tuo cellulare, con interfaccia semplificata ma intuitiva e di facile analisi.
  • StrikeStar: Una rete globale di rilevamento fulmini. Permettendo il funzionamento di un piccolo e leggero client, i dati processati dal proprio NexStorm vengono inviati ad un server centrale, che grazie a complessi calcoli di triangolazione tra i dati registrati dai vari rilevatori della rete, permette di ottenere visualizzazioni delle attività temporalesche più precisi e affidabili, su scala mondiale. Tutti i possessori di NexStorm che aderiscono a StrikeStar sono autorizzati ad utilizzare WASP-2 (Wide Area Storm Probe 2) che, interfacciandosi col server centrale di StrikeStar permette di poter navigare tra le varie mappe di visualizzazione dei fenomeni temporaleschi di tutto il mondo. Le istantanee delle mappe possono anche essere esportate e inviate automaticamente sul proprio spazio web.

Oltre alla versione completa è disponibile anche una versione gratuita, ma dotata di meno funzioni della versione completa: NexStorm Lite. NexStorm Lite presenta queste funzioni:

  • TRAC
  • Ampia simbologia
  • Strike Rate trend graph
  • Zoom (solo manuale, non l'automatico)
  • Replay
  • Allarme
  • Utilizzo efficiente delle risorse del computer.